Provincia di Perugia: pronti per i corsi agli utenti finali

Si è svolto oggi il primo dei quattro incontri tra i formatori e gli addetti all’assistenza tecnica della Provincia di Perugia, pronti a partire dalla metà di marzo con i corsi di formazione agli utenti finali.

Presenti tutti i protagonisti del progetto: Osvaldo Gervasi, presidente del Centro di Competenze sull’Open Source dell’Umbria, Stefano Paggetti, direttore del Consorzio SIR, Marcello De Giorgi, direttore esecutivo del progetto, Andrea Castellani, Sonia Montegiove e Alfredo Parisi, membri del gruppo di coordinamento del progetto, Alfiero Ortali, dirigente del sistema informativo e-gov della Provincia di Perugia e Annamaria Vallarelli, responsabile dell’ufficio formazione del personale dell’Ente.

L’incontro è stata l’occasione per presentare gli obiettivi e le modalità di attuazione del progetto, per creare un clima di entusiasmo e collaborazione tra i formatori e il gruppo di lavoro di LibreUmbria, per impostare il lavoro in modo organizzato e programmato al fine di poter conseguire i risultati attesi in un percorso da intraprendere tutti insieme.

I prossimi incontri saranno finalizzati alla discussione del programma didattico del corso agli utenti finali, del materiale didattico da utilizzare (slides e dispense), delle modalità di composizione dei gruppi e di erogazione delle lezioni.

Queste le diapositive usate oggi: Presentazione di LibreUmbria

Annunci

Prima comunicazione agli utenti

La comunicazione riveste un ruolo fondamentale nei progetti di migrazione, soprattutto quando questa è rivolta agli utenti finali che devono sentirsi partecipi oltre che essere informati circa modalità e tempi.

La Provincia di Perugia, dopo aver comunicato l’adesione al progetto LibreUmbria ad Amministratori e dirigenti, ha inviato la prima comunicazione ai dipendenti, dove viene messo in evidenza il fatto che “obiettivo del progetto è migliorare e rendere più agevole il lavoro di tutti, mettendo a disposizione un programma aggiornato, molto simile a quello già utilizzato all’interno degli uffici, ma più semplice ed affidabile. Uno strumento che può aiutare a fare il lavoro d’ufficio sprecando meno tempo e producendo documenti di migliore qualità”.

Nella prima comunicazione è rimarcato il fatto che “l’adozione di LibreOffice sarà lento, graduale e terrà conto delle esigenze di ciascuno. Ad una prima rilevazione, finalizzata a conoscere il tipo di lavoro che solitamente viene svolto con Office seguirà, contestualmente all’installazione di LibreOffice sui computer, la fase di formazione in aula per tutti i dipendenti coinvolti nel processo di migrazione. Per supportare il lavoro di ciascuno sarà organizzato internamente un servizio di assistenza che potrà fornire risposte ad eventuali difficoltà riscontrate”.

La prima comunicazione formale è stata inviata per mail a tutti i dipendenti e pubblicata sulla Intranet della Provincia di Perugia.

Chi siamo

Il progetto Migrazione dell’Umbria a LibreOffice, è sottoscritto dalla Provincia di Perugia, dalla Provincia di Terni, dall’Azienda Sanitaria Locale numero 2 e dalla Regione dell’Umbria, con il coordinamento del Consorzio SIR Umbria e del Centro di Competenza Open Source (CCOS) della Regione Umbria.
Il progetto è supervisionato da un gruppo di dirigenti responsabili, uno per ciascun Ente coinvolto.
Il gruppo di lavoro, che si occupa di attività di progettazione e coordinamento, è formato da soggetti referenti individuati degli Enti coinvolti.
Partner del progetto è The Document Foundation che, tramite il suo membro del “Board of Directors” Italo Vignoli, avrà ruolo di supervisione del progetto e potrà essere di fondamentale supporto in tutte le attività previste.