Provincia: quasi cento gli utenti formati

A quasi un centinaio di installazioni effettuate e alcuni gruppi di utenti finali migrati in Provincia di Perugia, si fanno i primi bilanci. I questionari di percezione della qualità compilati dai partecipanti ai corsi hanno rilevato un alto tasso di soddisfazione. In particolare è stato reputato molto utile l’iniziativa formativa ed apprezzata la modalità di gestione ed organizzazione.

Voti molto alti anche per i formatori, tutti dipendenti dell’Ente, impegnati nell’attività di docenza e nell’attività di assistenza post migrazione che necessita di ausilio per la conversione di vecchi documenti e fogli di calcolo.

Apprezzato il kit di supporto consegnato, tramite il quale gli utenti hanno dichiarato di aver effettuato l’installazione di LibreOffice anche nel computer di casa, per potersi esercitare e avere a disposizione lo stesso strumento open source usato in ufficio.

I formatori, al fine di accordarsi sulle modalità didattiche e confrontarsi sui feedback d’aula, hanno stabilito un calendario di incontri periodici, con l’obiettivo di condividere la propria esperienza, supportarsi nel far fronte ad eventuali criticità rilevate e “fare squadra”. Cosa che sembra davvero riuscita.

Annunci

Document Freedom Day 2013: LibreUmbria c’è

video

In occasione della Document Freedom Day 2013, giornata mondiale dedicata ai formati liberi e aperti, grazie alla collaborazione di Italian Linux Society, è stato realizzato un breve filmato di presentazione del progetto LibreUmbria.

Nel post di presentazione dell’iniziativa. pubblicato anche sul sito della Italian Linux Society, è stato rimarcato come il progetto LibreUmbria si distingua per la “metodologia applicata, che pone massima attenzione alla persona ed alla sua consapevolezza del cambiamento“.

Altro aspetto evidenziato è come venga regolarmente pubblicata sul blog di LibreUmbria “ricca documentazione sulle fasi progettuali ed operative, al dichiarato scopo di rendere più semplice e rapido ad altre amministrazioni statali la valutazione e l’attuazione di simili piani massivi di migrazione ed aggiornamento delle rispettive dotazioni digitali”.

LibreUmbria su OpenSic

La notizia di LibreUmbria è stata ripresa da OpenSic, un blog che rappresenta l’evoluzione di un gruppo su Google Opensicpa riservato a coloro che lavorano presso i Sistemi Informativi Comunali e di altri Enti Pubblici (Regione, Provincie e Ministeri). Obiettivo del blog e della community è condividere esperienze, conoscenze e soluzioni open o freeware per la Pubblica Amministrazione.

Per questa ragione la notizia di LibreUmbria è stata ripresa e condivisa. Proprio per far sì che altre PA possano prendere spunti e consigli oltre che riusare i materiali pubblicati.

Questa la notizia ripresa: http://opensic.wordpress.com/2013/03/25/libreumbria-un-progetto-opensource-per-ladozione-di-libre-office/

LibreUmbria tra le stelle di #umbriadigitale

logopiccolo

Il progetto LibreUmbria è stato presentato come uno di quelli d’eccellenza realizzati in Umbria nel settore ICT. Nell’ambito dell’iniziativa organizzata dalla Regione Umbria #umbriadigitale, che si concluderà con un convegno a Perugia il 15 e 16 aprile, l’adozione di LibreOffice nelle PA dell’Umbria rappresenta un passo importante verso la costruzione dell’agenda digitale.

Al fine di rendere partecipato il cammino che porta la regione alla crescita digitale, la Regione ha aperto uno spazio di consultazione pubblica finalizzato a raccogliere idee innovative da parte dei cittadini.

Tra le idee pervenute anche quella che suggerisce l’adozione di sistemi operativi e software di disegno tecnico open source, che si andrebbero ad aggiungere agli strumenti di office automation liberi già adottati con LibreUmbria.

Tutti contenti a scuola di LibreOffice

allievi

Stanno per concludersi le prime due edizioni del corso di LibreOffice base rivolte ai dipendenti della Provincia di Perugia, che hanno avuto modo di testare “sul campo” in questi primi giorni il nuovo programma di office automation. Le installazioni di LibreOffice, infatti, sono state prontamente programmate dall’Ufficio Assistenza Tecnologica della Provincia subito dopo la prima lezione al fine di far subito sperimentare quanto appreso in aula.

Le prime impressioni degli utenti sono state positive visto che, a parte notare un maggior tempo in apertura di vecchi documenti, poche sono state le criticità rilevate. Le lezioni sono state indubbiamente un momento prezioso non solo per la formazione sul prodotto software ma anche e soprattutto per la condivisione dei problemi riscontrati, delle differenze notate, di quel normale senso di disorientamento che accompagna tutti i cambiamenti e che si dissolve nel momento in cui ci si può confrontare con altri.

Contestualmente alle lezioni è partito il servizio di assistenza organizzato nell’ambito del Servizio Sistema Informativo dell’Ente grazie anche alla collaborazione del team di formatori che si è messo a disposizione per dare supporto a questo primo gruppo di utenti nella conversione di documenti e fogli di calcolo.

Molto apprezzato anche il kit di supporto, che oltre a contenere il materiale didattico ha messo a portata di mano degli utenti il file di installazione di LibreOffice che in diversi hanno provato sul personal computer di casa.

A conclusione di questo primo giro di lezioni si può senz’altro dire “Buone le prime”. Questo il materiale di supporto utilizzato:
Slide della prima lezione
Slide della seconda lezione
Slide della terza lezione

Prima lezione

Sono iniziati oggi presso la Scuola di Amministrazione Pubblica Villa Umbra i corsi su LibreOffice rivolti ai dipendenti della Provincia di Perugia. I primi due gruppi, formati da 15 persone, hanno iniziato con entusiasmo questo percorso formativo che vuole accompagnarli nell’adozione di LibreOffice e nel cambiamento di alcune abitudini di lavoro.

I partecipanti si sono subito dimostrati interessati ed attenti. “La Provincia parte per prima in questo progetto – hanno sottolineato i formatori – perché sappiamo di essere pronti e di poter contare su persone collaborative, in grado di recepire con entusiasmo le innovazioni, così come successo in passato con la firma digitale e la dematerializzazione degli atti”. 

Le prime impressioni raccolte sono state senza dubbio positive. Perché è stata riconosciuta la chiarezza della comunicazione nel progetto, oltre allo sforzo nel voler formare con lezioni frontali tutti gli interessati.

Si prosegue quindi, a pieno ritmo con il primo gruppo di utenti pronti a tornare in ufficio per aprire LibreOffice e iniziare la verifica di compatibilità dei documenti più vecchi. Questa la sfida lanciata dai formatori: tornare in classe la prossima volta non solo con belle notizie ma anche con le eventuali criticità che emergeranno in ufficio e che saranno affrontate insieme. Senza lasciare nessuno da solo.

Corso breve di LibreOffice

abc

Domani 14 marzo partono i primi corsi di formazione agli utenti finali su LibreOffice tenuti dai formatori della Provincia di Perugia ai dipendenti dell’Ente. Il corso proposto avrà la durata di 9 ore e si svilupperà in 3 lezioni da 3 ore ciascuna.

Argomento del corso saranno:

  • una introduzione al software libero e al progetto LibreUmbria
  • gestione di documenti con Writer
  • realizzazione di semplici fogli di calcolo con Calc

A questo corso base, proposto a tutti i dipendenti dell’Ente e finalizzato ad uniformare il livello di conoscenza dello strumento LibreOffice, seguiranno corsi di approfondimento su Writer, Calc ed Impress.

Al fine di fornire uno strumento utile a supportare la didattica in aula, è stato curato un piccolo manuale sulle funzioni di base di Writer e Calc che pubblichiamo in questo spazio affinché possa essere utilizzato anche da altri.

Manuale di Writer e Calc base

Per non perdere la bussola…

DSC04480

Un kit denominato “di supporto” da consegnare ai discenti dei corsi di formazione su LibreOffice è già stato predisposto dalla Provincia di Perugia per i primi gruppi che inizieranno il prossimo 14 marzo presso l’aula multimediale della scuola di Amministrazione Pubblica Villa Umbra.

Nel cd, che sarà consegnato a tutti al termine della prima lezione, sono contenuti i file necessari per installare LibreOffice nel pc di casa (usando le stesse impostazioni predefinite per l’ufficio), le slide delle tre lezioni e le dispense curate per fare da supporto alla didattica in aula.

Il “kit”, realizzato internamente dai formatori dell’Ente, vuole essere un primo punto di appoggio agli utenti oltre che un modo per accompagnarli all’adozione di LibreOffice incentevandone l’installazione nei propri pc personali.

Scrivere e far di conto: il primo corso su LibreOffice

Il prossimo 14 marzo parte il primo corso di formazione agli utenti finali della Provincia di Perugia, che si svolgerà presso l’aula multimediale della Scuola di Amministrazione Pubblica Villa Umbra.

Il percorso formativo, che sarà erogato con lezioni frontali a tutti i dipendenti dell’Ente, presenta una durata di 9 ore suddivise in 3 lezioni da 3 ore ciascuna. Le lezioni saranno tenute dai formatori interni all’Ente, che hanno definito un programma didattico rivolto a tutti gli utenti, al quale si aggiungeranno specifici percorsi di approfondimento per chi ne ha la necessità.

In questi giorni è ripartita anche la campagna di comunicazione interna agli utenti, anche attraverso locandine e volantini prodotti internamente e finalizzati a far comprendere le buone ragioni per l’adozione di LibreOffice.

Questo il Programma Didattico del Corso Base della Provincia di Perugia

5+5 buone ragioni per adottare LibreOffice

Le buone ragioni per adottare un prodotto di tipo open source per la gestione dei documenti in ufficio sono indubbiamente più di 10. Ma noi le abbiamo volute condensare. Abbiamo scelto quelle che ci sembravano più significative dividendole per destinatario.

5 le ragioni che possono convincere amministratori e dirigenti di una PA e altre 5 quelle che convinceranno gli utenti finali, le persone che con LibreOffice ci lavorano tutti i giorni. Perchè non possono essere uguali le motivazioni che spingono alla scelta. Ma possono essere complementari e convincere tutti.

I volantini saranno distribuiti a tutti gli utenti finali e le locandine saranno affisse nelle bacheche di ogni sede di lavoro.